Esplora Menu Search Cerca

Un weekend non basta per scoprire la Valdera

La vera Toscana, un itinerario per cicloturisti tra Pisa e Firenze

/
1 Comment

La Valdera è un territorio ricco di storia e personaggi che ti porteranno a scoprire una Toscana autentica, a ritmo slow, ma ben connessa alle rotte turistiche classiche. Sulla linea ferroviaria che collega Pisa e Firenze, due città d’arte meravigliose, considerate una tappa di un giorno o due in questa Terra di mezzo!

Il mio itinerario inizia alla piccola stazione di Pontedera Terme Casciano, dove si trova un’icona dello stile italiano: il Museo Piaggio, dedicato alla mitica Vespa! Tappa obbligata per capire qualcosa in più della cultura e della storia del paese attraverso l’evoluzione di questa azienda. Prenotate una visita guidata dell’archivio storico che ripercorre la storia di Piaggio dalla fine dell’800 a oggi, è un vero tempio del Made in Italy.

Piaggio museum

Museo Piaggio

Consiglio poi di scaricare la app Visit3v, realizzata dagli studenti dell’ITGC Fermi: un progetto scuola-lavoro in continuo aggiornamento che raccoglie tutte le informazioni necessarie per un itinerario in Valdera (strutture ricettive, guide, ristoranti, aziende e la rete museale della valle). Per chi preferisce il contatto umano, c’è un efficiente Info Point sempre vicinissimo alla stazione. Qui si trovano mappe, guide e consigli sui tour e le destinazioni migliori… Ma anche una bottega dei prodotti tipici della zona e il centro culturale “Sete Sois Sete Lunas” che promuove un importante Festival della musica popolare collegato a 30 diverse città del mondo. I 10 comuni della Valdera sono un concentrato di storia, natura, gastronomia, buon vino e persone accoglienti: antichi borghi quasi nascosti tra le colline, ma che serbano tradizioni artigianali antiche, garanzia di esperienze di viaggio uniche!

Vespa, Piaggio museum

Vespa, Museo Piaggio

Nel mio giro ho visitato Usignano, dove quello che un tempo era un paese attorno alla villa signorile oggi è un’azienda agricola di 140 ettari. La cantina moderna è integrata a quelle vecchie in un labirinto di cunicoli lungo 200 metri, su diversi livelli. Poi sono stato a Palaia, un borgo con dei bellissimi affreschi conservati nel palazzo comunale e, nei dintorni, un’antica Pieve del 1200 che apre solo su richiesta. Ho scoperto un paesaggio da cartolina, fra boschi e colture, valli e fiumi che fanno davvero sentire bene…

L’ideale sarebbe muoversi in bicicletta o in Vespa, da noleggiare sul posto. Nell’Alta Valdera c’è anche il paese natale di Andrea Bocelli, Lajatico, dove in un anfiteatro naturale è nato il suggestivo Teatro del Silenzio, diventato meta di turismo internazionale grazie al concerto che organizza lo stesso Bocelli ogni anno in luglio. Senza contare che siamo vicini sia a Volterra (24 km) che a San Gimignano (35 km). Ci sono tutti i presupposti per un perfetto bike tour, che ne dite?

Palaia, the Pieve

Palaia, Pieve

Italia Slow Tour

1 commento

  1. sasha

    Sicuramente appena si potrà pedalare in libertà sarà un itinerario che farò sicuramente!
    Grazie della proposta!

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi