Esplora Menu Search Cerca
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

La casalinga di Voghera

Una figura emblematica. Ma chi è?

Lascia un commento

Nel 1966 il Servizio Opinioni RAI ha commissionato un’inchiesta per sapere cosa capivano le varie categorie socio-economico-geografiche dei termini linguistici usati in TV. La categoria che si classificò ultima, la più disinformata, risultò essere la “casalinga di Voghera”. Alberto Arbasino (che è di Voghera) e poi Beniamino Placido ci hanno ricamato sopra, e la Casalinga di Voghera è diventata emblematica, sinonimo del buon senso comune di bassa lega.

In Piazza del Duomo (bella Piazza, bei portici, purtroppo piena di automobili) a Voghera ho preso appuntamento con Paola Zanin, che è appunto la Presidente delle Casalinghe di Voghera, che nel frattempo si sono organizzate e auto-rappresentate. Paola è esattamente l’incarnazione… della casalinga. O meglio dell’evoluzione della casalinga: attivissima, spigliatissima eppure ben radicata ai valori basici della madre di famiglia. Il dato interessante è che se per anni la casalinga è stata sinonimo di arretratezza, di modello femminile perdente, adesso viceversa Paola è invitata dappertutto: all’EXPO, nei salotti e negli spignattamenti televisivi è invitatissima e valorizzatissima. È considerata un’esperta nella difficile arte del “fare la spesa” e la vestale dei buoni valori di una volta.

Cicli e ricicli storici, flussi e riflussi (ideologici)…

Patrizio Roversi

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi